Agroalimentare e mafie, gli effetti del coronavirus

0
agricoltura

In tempi di pandemia e di scarsa manodopera sui campi, potrebbe riesplodere il fenomeno del caporalato

Al pari di altri settori, la pandemia ha colpito duramente anche l’agro-alimentare, simbolo del Made in Italy che vale il 12% del Pil. Il virus ha prodotto un forte stress determinato da una combinazione di diversi shock sia sul lato della domanda che dell’offerta.

Ne abbiamo parlato con il professor Luigi Cerciello Renna, direttore del corso di legalità agroambientale dell’Osservatorio dell’Appennino Meridionale presso l’Università degli Studi di Salerno.

Ascolta “07. Agroalimentare e mafie, gli effetti del coronavirus” su Spreaker.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui