A Marina di Aequa una rete da pesca per recuperare rifiuti a mare

0
bottiglie di plastica

L’iniziativa, che durerà 18 mesi, si terrà nelle acque antistanti il comune di Vico Equense

Una rete da pesca per la filiera dei rifiuti marini. La Città di Vico Equense ha aderito al progetto, della durata di 18 mesi, volto a favorire il recupero di rifiuti e tutelare l’ambiente marino e superficiale, e che ha saputo mettere insieme diverse realtà associative della pesca campana, come l’Unione Nazionale Cooperative Italiane (Unci), Federpesca, FedAgriPesca, l’Associazione Generale Cooperative Italiane (AGCI) Regione Campania, Legacoop Alimentatere e Coldiretti Impresa Pesca.

L’intervento interessa la fascia costiera della Regione Campania e, in particolare del nostro golfo. Nel progetto coinvolti anche i pescatori di Vico Equense e la Cooperativa dei pescatori Nuova San Francesco.

“Il Comune parteciperà fornendo indicazioni sull’attuale organizzazione della raccolta e smaltimento dei rifiuti provenienti dalla pesca professionale, e sullo smaltimento dei rifiuti marini recuperati durante l’attività di pesca – ha spiegato il sindaco di Vico Equense Peppe Aiello – Metteremo a disposizione punti di stoccaggio in prossimità del porto e consentiremo l’accesso ai ricercatori del CNR per la campionatura dei rifiuti. Un modo semplice ed efficace per tutelare il mare, le spiagge e le aree turistiche anche in vista della stagione estiva”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui